mercoledì 18 dicembre 2013

Taxiiiii

Questa è la vera essenza del car sharing, altro che auto elettriche, green , emissioni zero

venerdì 13 dicembre 2013

mercoledì 11 dicembre 2013

The Racers

Dal momento che la Federazione Internazionale Dell'Automobile ha deciso, visti gli ultimi accorgimenti regolamentari (punteggio doppio per la gara di chiusura del mondiale F1 del 2014) di determinare la definitiva chiusura ed il tramonto di quello che gli appassionati chiamavano motorsport, car racing, automobilismo sportivo, insomma le corse in macchina e che vedeva la F1 come apice di tutto questo, dal momento, dicevo, che tutto ciò farà ormai parte del passato, allora ai veri nostalgici, agli appassionati che tanto infastidiscono i burocrati della FIA e i manager dei team sempre più isolati e rinchiusi nei loro motorhome, non rimane che godere delle meravigliose immagini di un nuovo video di Antti Kalhola, ennesimo struggente omaggio ad un mondo e a uomini che mai più riavremo tra di noi.
Buona visione

martedì 10 dicembre 2013

... Eppur si muove

Sette mesi di immobilità nel volubile e frenetico mondo della rete, dei blog e dei blogger equivalgono alla morte cerebrale, al coma irreversibile, al polvere alla polvere.
Se questo fosse un blog come tanti altri e se io fossi un blogger come tanti altri, allora sarebbe vero.
Ma questo è un centroasociale ed io non sono un blogger, ma sono emsi. 
Avrei potuto giustificare la mia lunga assenza dicendovi che stavo completando e rifinendo le ultima pagine del mio primo libro, o che ero stato ingaggiato per un programma su Real Time dal titolo " Il Boss dei cazzari " o " 'Zzo te guardi, 'zzo te vesti, 'zzo te magni?!? ", oppure che ero stato chiamato come inflessibile giudice per un reality dove svariati vips cucinano ballando su un'isola ...
Molto più semplicemente, è che non c'avevo voglia di scrivere. 
Vero, ho continuato a leggere, ad andare al cinema, a mangiare e bere, a viaggiare, ah mi sono iscritto pure ad Instagram; però non mi andava di mettermi davanti al pc per scrivere su centroasociale. 
Ogni tanto lo aprivo e mi venivano i sensi di colpa, perché mi spiaceva vederlo così, un pò dimesso, impolverato. 
Agli amici, a mia moglie (ah già, nel frattempo mi sarei anche sposato ...) dicevo sempre "... si si, ora riapro bottega, tranquilli, barcollo ma non mollo, è solo un momento passerà ..."; poi però più ci pensavo e più mi veniva difficile riprendere. 
Non sapevo come rientrare: col botto, facendo finta di niente, cambiando radicalmente stile, grafica, argomenti ??? Poi, alla fine ho deciso. 
Bon, si ritira su la saracinesca, si riaprono le finestre, si controlla l'impianto elettrico, una bella spazzata e via, buongiorno signora cosa desidera oggi di buono?
A chi avrà avuto la pazienza di rimanere qui ad aspettare, sospettando che prima o poi il buon vecchio emsi sarebbe ripassato da qui, dico grazie e scusate il ritardo. 
A chi avrà voglia di venire a dare un'occhiata darò sempre il benvenuto.

mercoledì 15 maggio 2013

15 minuti

Qualunque cosa stavate facendo, interrompetela.
Stavate litigando col vicino, col capo, con vostra moglie, coi bambini, con vostra suocera ? Mollateli li dove si trovano.
Stavate lottando col filtro dell'olio della moto, col sale da caricare nella lavastoviglie, con l'anticalcare della lavatrice, con le batterie del peacemaker ? Lasciate perdere.
Lasciate tutto e tutti e regalatevi 15 minuti di emozioni.
Cuffie accese, a tutto schermo e godetevi questi 15 minuti di spettacolo.
Gran bel video, complimenti all'autore
p.s. essendo il Quarto capitolo, ça va sans dire che ce ne siano tre precedenti ... basta cercarli su iutub e li troverete.
Ah, ed è in arrivo anche il quinto.
Buona visione

venerdì 26 aprile 2013

Imola 200

Rieccomi qua, dopo un pò che non mi facevo sentire.
Scusate ma il momento è quanto mai pieno di impegni ...
Comunque, sabato scorso con il mio amico Leo, siamo tornati alla rievocazione della 200 miglia di Imola
Il clima che veniva dato da tregenda ci ha generosamente graziato.
Peccato, per lo scarsissimo pubblico: pochi lo scorso anno di domenica, ancor meno quest'anno di sabato.
Certo, 25 euro di biglietto a persona non invoglia, considerando anche le eventuali spese di viaggio e rifocillamenti.
Capisco che tenere in piedi un circuito come quello sul Santerno non sia facile, tanto più in un periodo come questo che stiamo vivendo, ma, vuoi la scarsa pubblicità sui media, vuoi la poca cultura motoristica che abbiamo in Italia (o meglio la scarsa memoria motoristica ... qui si vive solo di Alonso e 46 ...), la pur bella e meritoria manifestazione rischia di avere vita breve.
Ben diverso è il discorso di pari eventi in Francia (Digione), Belgio (Spa) o Gran Bretagna (Goodwood, la Mecca per auto e moto vintage).
Prova ne è che la stragrande maggioranza delle moto e degli equipaggi erano stranieri, soprattutto francesi, olandesi e tedeschi.
Qualche foto, buona visione :
I titoli di testa ...

La cabala ...



Gepy & Gepy

Negli sport motoristici, l'ordine, l'efficienza ed un ambiente chirurgico sono essenziali per raggiungere il successo; inoltre ogni membro del team ha il suo proprio ruolo ...
 






 Guzzi, sempre Guzzi, fortissimamente Guzzi



 Senza ruota ...
 ... e con ruota (meglio)

Varie ed eventuali





 Design



  DuDu Team
 Red carpet
 Prova di resistenza all'aria ...
 Raccomandazioni ...
 Silohuette



Nota bene : il giovane in tuta nera, Carlo Ubbiali ha 84 anni ... io c'ho il torcicollo per andare in moto al lavoro e ho la metà dei suoi anni ...

Yoshimura


Pronti ...
 Partenza ...
 Via ...
C'è poco da dire, il fascino della partenza Le Mans è unico; gli attimi eterni, sospesi nel silenzio, la corsa in apnea verso le moto e l'infernale urlo dei motori che si accendono contemporaneamente.
Roba da pelle d'oca ...

Spero proprio che riescano a resistere e a continuare in questa bella manifestazione.
Complimenti agli organizzatori e al prossimo anno !

giovedì 28 marzo 2013

Rally 2.0

E dopo il bellissimo omaggio alla "golden age" della formula 1 con il video del post precedente, oggi presentiamo un omaggio ad un personaggio dei motori dell'epoca del 2.0 ovvero Ken Block.
Un funambolico pilota, stunt man e show man che ha creato qualcosa di unico, portare i pendoli, le derapate, i colpi di freno a mano verso il potenziale pubblico che magari un rally vero non  lo ha mai visto.
Infatti Block non si può certo definire un gran pilota, visto che nelle varie presenze nel mondiale rally ha collezionato mediocri risultati; però con la macchina ci sa decisamente fare e, con le sue esibizioni magari potrebbe far scattare la curiosità di assistere ad un vero rally a chi non conosce bene tale specialità.
Seppur i rally di oggi non hanno nulla a che vedere con i veri rally, quelli che si sono corsi fino ad una decina di anni fa.
Lo so, sarò anche un retrogrado, vecchio dentro, ma i pochissimi piloti, le poche auto ed i brevi e spesso sconosciuti percorsi che oggi fanno il mondiale rally non mi danno un briciolo di emozione rispetto alle immagini degli anni ormai passati e che, fortunatamente, ho avuto modo di vivere da vicino e spesso dal vivo.
Ahhhh, un giorno ne parleremo più a fondo...
Però il video di Ken Block rimane comunque molto spettacolare, dunque buona visione: